Toy Story– Il mondo dei Giocattoli (o semplicemente Toy Story) fu un film rivoluzionario per la storia cinematografica in quanto fu il primo lungometraggio realizzato totalmente in computer grafica. Diretto da John Lasseter, fu realizzato dalla Pixar e quando uscì nelle sale cinematografiche nel 1995 fu un successo planetario. Però non tutti sannoclicca qui

Sembra ieri che abbiamo messo piede per la prima volta nella sala giochi del signor Litwak e abbiamo incontrato i personaggi di Wreck-It Ralph, il 52esimo film d’animazione della Disney, che parla di un cattivo dei videogame che vuole essere un eroe. Durante la sua ricerca della Medaglia degli Eroi,clicca qui

Spero soltanto che non ci si dimentichi di una cosa. Che tutto è cominciato da un topo Alzi la mano chi non ha sentito almeno una volta questa frase! Senza dubbio è una delle massime più celebri di Walt Disney e oggi, 5 dicembre, giornata in cui si celebra l’anniversarioclicca qui

Molto prima che uscisse Inside Out nelle sale cinematografiche, ben 11 anni fa il 24 gennaio 2004 nel’episodio dei Simpson “Incertezze di una casalinga arrabbiata” (15esima stagione, decimo episodio) troviamo qualcosa che ricorda molto il curioso mondo della mente e delle sue emozioni viventi all’interno, che già abbiamo conosciuto nell’ultimo capolavoro della Pixar.clicca qui

Il creatore dei più incredibili personaggi della Disney sarà presente oggi alle 15.00 al vernissage della mostra al Liceo Artistico di Porta Romana a Firenze, con tanti disegni originali. Per la 12a edizione di Nemoland, evento annuale dedicato al mondo delle animazioni e alla “Magia Disney”, quest’anno nella prestigiosa sedeclicca qui

Dagli anni 20 agli anni 30, le star dei cartoni si assomigliavano tutte nel look: bassetti, dalla forma arrotondata, dagli arti elasticizzati che si allungano e si attorcigliano, di color nero…l’unica cosa che li differenziava…erano le orecchie! Julius the Cat, Oswald the Rabbit, Bosko…all’inizio erano simili a Felix The Cat, laclicca qui

Prima “Rapunzel”, poi “Rapunzel Unbraided”, e ora “Tangled“. Il 50° lungometraggio Disney, è cambiato diverse volte nel corso degli anni…ma una cosa non è cambiata per niente, ovvero l’influenza artistica di due artisti particolari. Il primo è il pittore francese Rococo Jean-Honorer Fragonard , il quale è famoso per “The Swing”, quadro che ha ispirato i paesaggiclicca qui

Olaf, Anna ed Elsa sono i protagonisti del divertente cortometraggio che precederà la visione del film Disney live action Cenerentola, nelle sale italiane dal 12 marzo Gli amati protagonisti del successo mondiale Disney del 2013 Frozen – Il Regno di Ghiaccio tornano sul grande schermo con un nuovo, divertentissimo cortometraggio. Frozen Feverclicca qui

Come per i Tre Moschettieri (che in realtà erano quattro), anche ai celebri Tre Caballeros disneyani se ne aggiunge un quarto! Non ci credete? Bhe guardate un pò questa immagine… Eh si, è proprio lui! Il quarto caballeros che non divenne mai un personaggio famoso! Avrebbe dovuto chiamarsi Pancho eclicca qui

In Lilo e Stitch, in una scena in cui il piccolo alieno si avvicina sconsolato alla finestra della camera in cui dorme con la bimba Lilo (vedi, su un cavalletto da disegno è appoggiato un pupazzo raffigurante un famoso personaggio della Disney: l’elefante Dumbo.clicca qui

Parliamo di Toy Story: Vi siete accorti che il pavimento del corridoio della casa di Sid ha lo stesso disegno del pavimento dell’albergo di Shining? Quelli della Pixar sono dei geni!  clicca qui

Nel penultimo articolo vi abbiamo parlato delle accuse di razzismo che sono piombate alla Disney per i film Dumbo, I Racconti dello Zio Tom e in un fumetto di Topolino In realtà negli anni in cui ci furono questi “incidenti”, ovvero negli anni 30 e 40, in America vi eraclicca qui

Già dagli anni ’40, nella Casa del Topo aleggiavano pesanti accuse di razzismo…Ma come ha fatto la Walt Disney Pictures a procurarsi questa poco pregevole fama? Sicuramente ci sono stati episodi nella sua storia pluridecennale che hanno contribuito alla diffusione di queste voci: “incidenti” che, effettivamente, non lasciano adito a equivociclicca qui

Giovedì scorso sono andata a vedere al cinema Biancaneve e il Cacciatore, la più recente versione della favola di Biancaneve. Nel film è presente l’attrice super star Charlize Theron che interpreta il ruolo della Matrigna Regina/Strega. Questo significa che il film non è concentrato particolarmente su Biancaneve, ma piuttosto sulla sua matrigna.clicca qui

Se mi conosceste per bene, di certo sapreste che una delle mie materie scolastiche preferite è la Storia. Sebbene non impazzisca per la storia antica, c’è un’eccezione: la Mitologia Greca. L’ho sempre trovata molto affascinante con tutte le sue divinità, eroi e creature mitologiche. Perciò potete capire perchè io adori ilclicca qui

Recentemente è stato riproposto nei cinema italiani, il 9 e 10 Giugno 2012 per la precisione, uno dei più memorabili film dell’animazione disneyana, ovvero La Carica dei 101 (1961). Insieme alla spassosità di Pongo, Peggy e dei loro cucciolotti, gli spettatori hanno potuto di nuovo ammirare il ritorno della fantastica e “superbamente aclicca qui